Sulla Luna in bicicletta

di Andrea Calabretta
regia di Zenone Benedetto

Compagnia Teatro Verde di Roma – Guardiani dell’Oca di Guardiagrele

Signore e signori, ecco l’incredibile storia di un doppio viaggio: dalla terra alla luna e dalla luna alla terra… Dalla luna alla terra!? Proprio così! Siamo nel 1865 e un gruppo di scienziati tenta l’impossibile: il viaggio sulla luna. Quello che non sanno è che i nostro satellite è già abitato. Anzi, quasi sovrappopolato: mostri stralunati, eroi dell’antichità, cavalli alati, baroni immaginari, vivono da secoli – anzi da millenni – indisturbati, se non da poeti e altri visionari. E allora, mentre gli umani tentano l’impossibile usando la ragione, i lunatici tentano il possibile usando la fantasia. Motori a scoppio contro cavalli alati, razzi ultrasonici contro grilli col singhiozzo, ragione contro follia. Chi vincerà? 50 anni fa l’uomo atterrava (o meglio allunava) sulla luna. Ma poeti e sognatori già c’erano arrivati secoli prima (se non millenni), con la fantasia e senza astronavi, con lo spirito se non col corpo (Gianni Rodari addirittura ci arrivò in bicicletta!). Fra gli altri Jules Verne che a metà dell’800  aveva immaginato un incredibile viaggio a cavallo tra scienza e fantascienza, anticipando la realtà con la fantasia. Dalla luna in bicicletta è un omaggio a tutti quei visionari che hanno sognato l’impossibile e agli scienziati che lo hanno realizzato.  Attori, pupazzi, musica, fantasia, divertimento, risate, avventura, questi gli ingredienti di una storia incredibile ma vera, o quasi…

 

tecnica utilizzata: teatro d’attore – figure 
età: dai 5 –ai 100 anni

con:  Valerio Bucci, Giuseppe Di Simone, Nicola Liberaro
scene: Albert Van Engel
costumi: Ettore Margiotta
burattini: Amedeo De Amicis, Roberto Capone – Perfareungioco, Veronica Olmi
ombre: Cinzia Franchi e Paolo Marabotto
audio e luci: Carlo Menè
macchine sceniche: Tiziano Feola
decorazioni: Raffaella Mutani
elaborazione grafica: Fabio Salerno
musiche originali: Enrico Biciocchi
scenografia e costumi: Corrado Olmi
direzione artistica Veronica Olmi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER